Definizione e origini del termine Bodywork

Il significato di “bodywork” è semplicemente “lavoro corporeo”

è un termine coniato dai ricercatori e dai terapisti che negli anni 60 in California diedero vita ad un nuovo modo di lavorare con il corpo, sconvolgendo, e a volte ribaltando le convenzioni della relazione terapeutica e ponendo le basi di quello che oggi è conosciuto come concetto olistico/integrato.
In seguito il termine si estese a tutte le metodologie più o meno olistiche basate sul contatto e sul movimento, e attualmente i praticanti fanno sovente riferimento a sè stessi come “bodyworkers”.

In America e in generale nei paesi anglofoni il termine bodywork è utilizzato nella medicina complementare per definire ogni pratica salutistica, pseudo-terapeutica o di sviluppo personale che comporti tecniche di contatto, energetiche o manipolative ad indirizzo fisico, somatico e generalmente olistico.
Molte discipline possiedono denominatori comuni con la sfera di azione del bodywork ed esse vengono catalogate con il termine “discipline somatiche”. Queste due pratiche si sposano e integrano muovendosi in uno spazio di studio, approfondimento e ricerca inerente il corpo, la sua anatomia e le intime relazioni tra struttura e funzione.

Alcune forme conosciute anche in Italia sono: la tecnica Alexander, il Rolfing, Integrazione Posturale, il metodo Trager, lo Shiatsu ed il Tuina, Polarity, la tecnica Bowen,il Rebirthing, il metodo Feldenkrais, la stessa Chiropratica e l’Osteopatia, o quelle tecniche che prevedono l’uso della voce e la danza.

Sovente il bodywork è inoltre integrato con i vari metodi per lo sviluppo personale o con forme di psicoterapia ad indirizzo corporeo, in particolare con la Bioenergetica, la Gestalt e lo Psicodramma.

In Italia moltissimi “lavori corporei” vengono spesso ricollegati culturalmente alla fisioterapia che significa, legalmente e comunemente, terapia della riabilitazione. Essa generalmente racchiusa sotto il grande cappello della terapia manuale non è sovrapponibile a quel vasto mondo di conoscenze che studia e passa da competenze diverse dalle classiche riabilitative. Ossia tutti quegli ambiti che investigano variabili fisiche e procedure di trattamento diverse dalle linee standard di protocollo riabilitativo.

In sè il bodyworkers è un operatore che in base alla sua esperienza può comprendere nei suoi trattamenti l’utilizzo di una varia serie di tecniche di massaggio, come pure ogni tipo di terapia che preveda l’utilizzo del contatto terapeutico e tecniche manuali. O anche l’utilizzo di attrezzi e strumenti finalizzati al riequilibrio posturale o a favorire la consapevolezza della connessione corpo-mente.

Qualunque attività che preveda il contatto, la stimolazione energetica, applicazione di pressione o vibrazioni ai tessuti corporei incluso muscoli, tessuto connettivo, tendini, legamenti e giunture può essere generalmente definita bodywork.

Negli Stati Uniti gli operatori delle suddette discipline, pur conservando titoli e competenze specifici vengono sovente definiti “bodyworkers” e le discipline praticate vengono riconosciute, liberamente praticate e regolamentate dal National Center for Complementary and Alternative Medicine.

Il bodywork non ha per scopo la riabilitazione e non si occupa di patologie, spesso nemmeno di disfunzioni, ma la sua profondità mette in evidenza come il lavoro corporeo, quando ha rispetto per la struttura, la persona ed i legami mente – corpo, e’ di fatto una “terapia” fisica.