ELOGIO DELLA CADUTA | workshop condotto da Giovanni Di Cicco 

Home » CALENDARIO » Workshop » ELOGIO DELLA CADUTA | workshop condotto da Giovanni Di Cicco 

ELOGIO DELLA CADUTA | condotto da Giovanni Di Cicco

 

DATE: 6 – 7 NOVEMBRE 2021

ORARI:
SAB 11:00 – 18:30  // DOM 11:00 – 18:00

LUOGO: SPAZIO FATTORIA – MILANO Fabbrica del Vapore mappa

ISCRIZIONI: LINK FORM ISCRIZIONE  

COSTI:     early bird  90 euro entro il 24/10 —-  intero 130 euro dopo il 24/10

Il workshop fa parte della programmazione “Allin @Spazio Fattoria”

La partecipazione a tutte le attività di Asd CorPoetica è riservata ai soli soci.
Per maggiori info e per tesserarti, clicca qui.

Bio dell’insegnante – Giovanni Di Cicco

Giovanni Di CIcco lavora come danzatore per le compagnie: Astrakan di Daniel Larrieu (Parigi), Sosta Palmizi (Torino), Luisa Casiraghi (Milano), Susanna Beltrami (Milano), Compagnia Virgilio Sieni (Firenze), Company Blu (Firenze), Sutki (Torino), Plan K (Bruxelles), Axas Dance Company (Winterthur), Postretroguardia di Paco Decina (Parigi), Teatro dell’Archivolto (Genova), Catherine Diverres (Rennes).

Tiene seminari all’estero per la Tanzfabrik di Berlino, per il Duncan Center di Praga, Micadanse a Parigi, Ballet Preljocaj di Aix-en-Provence, Compagnia Dansa Contemporanea de Cuba e per molti altri centri in Italia e in Europa.

Docente presso il corso di formazione per mimi promosso dalla Fondazione Teatro Carlo Felice e dalla Provincia di Genova, la Regione Veneto, la Regione Marche e per il Comune di Ferrara. Presso la Fondazione Teatro Carlo Felice di Genova, concepisce e coordina la compagnia DEOS – Danse Ensemble Opera Studio, che, per le sue caratteristiche contemporanee, rappresenta un progetto sperimentale nel panorama degli enti lirici italiani. Coreografa per DEOS gli spettacoli: Pulcinella, Un tango per Violetta, Frammenti sotto un affresco, Tempesta, Sottosopra, MenodrammaDry, MicrocosmoMozart, Scrittura per un corpo indefinito, Relâche, Blaubart Blue.

DESCRIZIONE EVENTO:

“ELOGIO DELLA CADUTA” è un workshop che indaga le modalità, i significati, le estensioni e le famiglie di senso inerenti al “rivolgersi” alla gravità. Un gioco estenuante, intenso, corporeo verso una detonazione di energia e di danza. Equilibrio, disequilibrio e caduta sono finestre che si aprono nel corpo che esplora. L’esperienza del “vuoto” e dell’assenza di riferimenti, permettono di abbandonarsi allo spazio per pochi istanti. Nell’incertezza il corpo gioisce della perdita del mentale, innescando una nuova creatività.


LINK FORM ISCRIZIONE